Vai al contenuto
Home » I miei libri con Blitos edizioni

I miei libri con Blitos edizioni

La mia avventura di scrittrice ha intrapreso una strada inaspettata che non so dove i porterà, ma per ora mi godrò tutte le piccole/grandi soddisfazioni.

In questa pagina troverete i libri publicati con una nuova e ambiziosa casa editrice che punta a dare evidenza agli scrittori emergenti.

 

Fiabe sonnacchiose parla al cuore dei più piccoli raccontando loro un legame indissolubile con la natura e gli animali, dal piccolo e tenero gattino al grande e forte lupo.

Un fantastico viaggio alla scoperta di mondi nuovi in compagnia di animali gentili e divertenti, gatti solitari e un simpatico fantasmino che animerà la lettura dei più piccoli trasportandoli dentro un meraviglioso castello incantato. 

Il messaggio principale di questa raccolta di fiabe è andare oltre l’apparenza. Fiabe sonnacchiose diventa una moderna parabola della vita dove ognuno di noi non è l’etichetta che gli viene affibbiata. Più di un libro di favole. Alla fine del libro i piccoli lettori troveranno delle immagini da colorare che potranno poi postare sul sito dell’autrice e vincere dei simpatici premi.

 

4 commenti su “I miei libri con Blitos edizioni”

  1. Ho preso questo libro per mia figlia che ha 7 anni. Le sere prima di andare a dormire gli leggevo una storia, illustrazioni bellissime con colori delicati. Alla fine del libro ci sono dei disegni che insieme ci siamo divertite a colorare. Il libro lo straconsiglio leggero e fantasioso. Grazie dal cuore Gina..

  2. Recensione dall’autrice Morabito Maria C.
    Fiabe sonnacchiose
    Di: Gina Marcantonini

    Poi quando arriva notte ed è l’ora di dormire, ogni mamma rimbocca le coperte, fa una carezza sulla fronte dei suo bambino/a, prende tra le mani un libro e legge una fiaba per farlo addormentare serenamente.
    Trovare sul comodino un nuovo libro, acquistato da poco, dà la gioia di sfogliare prima di tutto le illustrazioni, perché ogni bambino attraverso il disegno rimane affascinato e, già prima di ascoltare la voce pacata della mamma, nel suo immaginario vaga… e mentre i suoi occhi sgranati guardano il soffitto, il sonno arriva.
    Fiabe sonnacchiose di Gina Marcantonini, conserva questa magia. La capacità e la delicatezza con cui esprime tra le righe le sue storie e i suoi personaggi incanta, cosi come attraverso le illustrazioni messe su carta dalla mano di: Manuela Da Ponte.
    In alcune fiabe vengono fuori luoghi, posti incontaminati che ci riportano in questo viaggio letterario all’infanzia di Gina, poiché le sue note autobiografiche ben dettagliate, ci mettono a conoscenza della sua fanciullezza trascorsa tra natura. (La bimba e il drago) è una delle fiabe che mi fa pensare.
    Lei cresciuta nella solitudine di mille amici immaginari per gli altri ma reali più che mai per pochi.
    Il suo dono della scrittura nasce fin dalla tenera età, quando ancora non sapeva nemmeno cosa fosse quella strana sensazione nel dare vita ad astri celesti o voce ad animali capaci di organizzare insieme delle fughe oltre la terra dove non si sentivano accettati (I gatti della luna).
    Nove fiabe tutte da leggere lentamente, soffermarsi per guardare in viso del bambino che ascolta, dargli il tempo di elaborare e associare i personaggi che nella vita reale forse non potranno mai incontrarsi.
    Come nella fiaba (la luna, il sole gli gnomi) davvero bella capace a far sognare anche me talmente nelle parole lette c’è un susseguirsi di eventi dove racchiudono la non solitudine, ma l’accumunarsi di cose e persone. Gli Gnomi sono difficili da avere come amici o vicini di casa tutti i giorni, ma nel raccontare possono avvicinarsi a noi più di quanto possiamo crederci.
    Consiglio quindi di acquistare questo libro, perché una volta chiuso io stessa ho avuto la voglia di riaprirlo nonostante la mia non giovane età, perché non esiste tempo o spazio che c’impone di sognare o tornare bambini.
    Oltretutto all’interno troverete le illustrazioni che hanno seguito la fiaba nel suo percorso anche in bianco nero, disegnati a matita, quindi i colori scelti potranno non essere uguali, perché ognuno vede con i suoi occhi, sogna con la propria anima, ma in questo caso l’autrice ha scelto per noi e, se non fosse per la sua bravura, non potremmo avere uno spunto in più per qualcosa di innovativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

it_ITItalian